Sicurezza Stradale: L’Europa punta a omologazioni dei veicoli più efficaci.

Sicurezza Stradale: L’Europa punta a omologazioni dei veicoli più efficaci.

Migliorare le omologazioni: l’obiettivo dell’Unione Europea.
Il concetto di omologazione di un dispositivo o di un veicolo concerne che deve rispettare delle norme tecniche ben precise, al fine di garantire il livello minimo di prestazione. Dette norme riguardano tre elementi fondamentali dei veicoli:
• I consumi
La sicurezza
• Le emissioni.
Le norme di omologazione sono dettate da direttive e da regolamenti e fanno parte di un disegno più complesso nell’ambito della politica industriale, che segue delle linee di sviluppo ben prestabilite e che variano in base al progresso tecnologico.

Queste norme influiscono sui veicoli soprattutto quelli di nuova produzione mediante procedure di verifica e certificazione, che sono effettuati per garantire una qualità maggiore dei veicoli o dei prodotti in generale.

noi compriamo auto

Ma questo risultato non si evidenzia guardando il certificato di omologazione ma eseguendo dei test specifici, svolti da laboratori indipendenti con procedure più restrittive rispetto a quelle utilizzate nell’omologazione.

Le norme riguardanti nello specifico l’omologazione tecnica è eseguita, da un lato per facilitare e incrementare gli scambi di natura commerciale e dall’altro per impedire che i singoli paesi, mascherandosi dietro l’applicazione di proprie norme nazionali, innalzino barriere per l’ingresso di prodotti provenienti dall’estero. Che si stia parlando di un veicolo o semplicemente di un dispositivo per la loro immissione sul mercato devono rispettare le norme di omologazione, ma è a discrezione della casa di produzione ottenere anche una qualità maggiore rispetto a quanto previsto dalle sopra indicate norme.



Comparameglio.it confronta 18 Assicurazioni Auto

L’Europa, a seguito di una proposta della Commissione Europea, intensifica la propria presenza nell’ambito di queste procedure, richiedendo delle modifiche alle omologazioni più impegnative. Dette modifiche riguardano tre punti in particolare:
1. Rafforzamento della terzietà degli enti che si occupano delle omologazioni su base nazionale ciò vuol dire che fino adesso i suddetti enti erano sovvenzionati dalle case costruttrici ma nel nuovo progetto sarà il singolo paese a far da tramite al fine di garantire maggiore trasparenza.
2. Controllo su strada dei veicoli omologati e conseguente possibilità di multare chi non sia in regole con le normative e anche le case automobilistiche.
3. Richiami previsti da parte di chi ha provveduto all’omologazione.
Indubbiamente questo progetto è stato messo in atto dall’Unione Europea per avere sempre maggiore rilievo in queste operazioni di omologazione tale da equiparare al ruolo avuto dagli Stati Uniti con il gruppo Volkswagen nella vicenda riguardante le emissioni di nox dei motori EA189.

Facebook Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi