Ultime News

BICI: GRAB, IL GRANDE RACCORDO ANULARE DELLE BICI

LEGAMBIENTE E VELOLOVE RIVELANO CHE 7 ROMANI SU 10 VOGLIONO IL GRAB, 44 KM DI ANELLO CICLOPEDONALE ATTORNO ALLA CITTÀ.

Parlando di bici, il mezzo sempre più utilizzato come valida possibilità all’auto, abbiamo analizzato come siano sempre più diffuse piste ciclabili che si affiancano alle normali carreggiate.Una novità in questo campo proviene proprio dall’Italia e precisamente da Roma in cui vi è un progetto chiamato Grab, che sta per Grande Raccordo Anulare delle Bici.

Un sondaggio realizzato dall’istituto di ricerche Lorien Consulting per VeloLove e Legambiente mostra come 7 romani su 10, in percentuale rappresentano circa il 69%) sono favorevoli alla futura realizzazione di questo progetto, in quanto rappresenterebbe un’infrastruttura molto importante sia dal lato turistico sia da quello economico.
Inoltre questo studio rivela anche che circa il 62% degli intervistati vede di buon occhio la ciclo pedonalizzazione dell’Appia Antica e la costruzione di una ciclovia urbana in modo da favorire un miglioramento a livello qualitativo rispetto ad una normale pista ciclabile.
Il Grab dovrebbe essere costituito da circa 44 chilometri di anello ciclopedonale che si diramano all’interno della grande città di Roma è fortemente voluto a VeloLove e ha visto la collaborazione di cittadini, associazioni e varie istituzioni come Legambiente, Touring Club, Rete Mobilità Nuova, Vivitalia, Open House Roma, Parco Regionale dell’Appia Antica e Roma Natura. Il percorso previsto parte dall’Appia Antica e ha il suo arrivo nelle architetture contemporanee di Renzo Piano e nella street art del Quadraro e Torpignattara passando monumenti di una certa importanza come il Colosseo, San Pietro, il centro storico, la galleria Borghese e Trastevere.
Dal lato tecnico il percorso è costituito da un’infrastruttura leggera ad alta redditività economica e culturale. La sua realizzazione incentiverebbe l’uso della bicicletta in quanto nel primo anno della sua realizzazione è previsto un flusso di circa 600 mila persone, questo secondo i calcoli di Confindustria.
Purtroppo i dati non sono molto positivi in quanto solo il 7% della popolazione romana usa la bici almeno una volta a settimana. Dal canto loro i romani per poter sostituire la bici all’auto richiedono strade più sicure, mediante la costruzione di piste ciclabili, aree pedonali e ciclovie, il miglioramento della pavimentazione, l’incremento dei servizi dedicati come meccanici, ciclofficine, aree di sosta e per la riparazione.
Per tutte queste motivazioni il Grab è inserito tra le opere di interesse nazionale che può essere finanziato dalla legge di stabilità

Related articles

ponte circolare

Un ponte circolare è possibile? Si in…

Viene direttamente dal sud dell’America e precisamente dall’Uruguay una novità […]

read more »

Dalla Spagna in arrivo il guardrail doppia protezione.

Sulle strade molte sono le fonti di pericolo, uno di […]

read more »