Ultime News

La Frode Assicurativa?Arrivano Controlli Incrociati

Strumento contro la frode? L’Archivio Integrato Antifrode

Controlli incrociati contro le frodi assicurative.

Abbiamo già parlato in modo approfondito delle truffe alle assicurazioni auto, ma c’è una recente novità dal 10 giugno del 2016 è stato istituito l’Archivio Integrato Antifrode, un valido strumento utilizzato dall’Ivass per prevenire e contrastare le frodi e i sinistri sospetti, una delle principali problematiche che sono alla base dell’aumento del premio assicurativo.

Analizziamo di seguito il funzionamento del nuovo archivio: inizialmente la compagnia di assicurazione inserisce i dati di ogni incidente stradale e in seguito s’incrociano i dati e sarà comunicato alla compagnia il valore iniziale dell’indicatore di anomalia chiamato sintesi.

Se il livello di anomalia sarà superiore a quello fissato nel regolamento dell’Ivass le compagnie di assicurazioni verranno debitamente informate e saranno costrette ad agire di conseguenza altrimenti potrebbero incorre in una sanzione imposta dall’Istituto di Vigilanza. Tale archivio è molto utile soprattutto per le compagnia di assicurazione, che oltre a venire a conoscenza se un incidente è a rischio frode, riceveranno un punteggio riferito alla qualità dei dati di volta in volta inseriti. Inoltre sarà possibile eseguire un controllo incrociato dei dati e delle informazioni inserite per evitare le truffe, perché oltre ai dati presenti all’Ivass saranno controllate anche quelli contenuti nei registri dei periti (Consap) e negli archivi della Motorizzazione Civile, negli archivi dei patentati e negli archivi delle vetture in cui è montata la scatola nera.

Questo è solo l’inizio entro la fine del 2016 si potranno compiere controlli anche con la lista dei veicoli che sono rubati, la lista degli attestati di rischio e gli elenchi del fondo garanzie vittime della strada e altri ancora. In seguito all’approvazione del Ddl concorrenza che, porterà notevoli cambiamenti per quanto riguarda le assicurazioni, saranno ulteriormente aggiunti altri registri con cui fare le comparazioni come il casellario giudiziale e l’anagrafe tributaria.

L’accesso a tale archivio è riservato alle compagnie assicuratrici, alle forze dell’ordine, alle autorità giudiziarie e alle pubbliche amministrazioni, tutti soggetti impegnati in programmi di lotta alla frode assicurativa nell’ambito assicurativo.

Related articles

Disaccordo con L’assicurazione?

 Nel caso in cui si sia in disaccordo con la […]

read more »

ULIAS presente all’assemblea ANIA

Da anni l’ULIAS si impegna ad ascoltare le problematiche, e […]

read more »