Truffe Assicurazioni Sempre Dietro L’angolo

TRUFFE ASSICURATIVE….SEMPRE DIETRO L’ANGOLO!

BORDIGHERA TEATRO DI TRUFFE.

Ascoltando i telegiornali ormai sono all’ordine del giorno le truffe nel ramo assicurativo. Poco tempo fa si è aperta a Bordighera un’inchiesta della polizia urbana su tali truffe, nell’occhio del ciclone sono finite due agenzie assicurative e alcuni agenti, i quali invece di mettere in cassa l’importo ricevuto dai clienti lo destinavano ad altro, rilasciando regolarmente, almeno in apparenza, il certificato del pagamento. Questa inchiesta è partita da indagini all’interno delle compagnie assicuratrici a cui sono stati richiesti vari documenti al fine di confrontare e comparare i dati raccolti. Tali dati sono anche costituiti dalle testimonianze fornite dai vari automobilisti, che per tali truffe si sono viste costretti al pagamento di multe anche salate.

La situazione degli automobilisti è analizzata caso per caso entrando nei dettagli perché gli automobilisti essendo privi della regolare copertura assicurativa, si vedono multati per importi fino a 750 euro nonostante abbiamo pagato, dal loro canto regolarmente, il premio assicurativo.

Il sistema di controllo utilizzato di recente dal Ministero dei trasporti, che prende il nome di Falco 193, analizza in tempo reale le targhe dei veicoli fornendo dati sull’assicurazione e sulla revisione di tali veicoli, e ha rilevato irregolarità in dieci casi su quaranta presi in esame. La polizia urbana, però pensa che le truffe di questo tipo a danno degli automobilisti siano molti di più di quelli già rilevati e che non interessi solo Bordighera e i suoi dintorni. La raccomandazione principale è quella, per l’automobilista di controllare anche con il proprio assicuratore la corretta registrazione del pagamento della polizza assicurativa e se eventualmente si è caduti in questa trappola e si è stati multati di sporgere denuncia alle autorità competenti contro chi ha messo in atto la truffa. Il mondo delle assicurazioni non è nuovo a questi inganni, sempre in questa zona alcuni anni fa degli agenti assicurativi si sono visti costretti a denunciare dei cosiddetti colleghi per l’emissione di attestati di rischio e certificati assicurativi falsi, ma in questo caso coinvolti nell’inchiesta sono stati anche alcuni clienti, colpevoli di aver indicato una classe di merito inferiore nella propria polizza.

 

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Per maggiori informazioni visita il nostro Centro Privacy o modifica le tue preferenze cliccando su Impostazioni Cookie.